La dizione aiuta a farsi capire

di Letizia Rinaldi e Elena Palumbo

“Dovete scandire bene le parole, altrimenti, la vostra voce rimane intrappolata dentro la vostra bocca”.

Antonietta Centoducati

Abbiamo incontrato Antonietta Centoducati, attrice per vocazione da quando molto giovane si è diplomata presso la prestigiosa Accademia dei Filodrammatici di Milano. Accanto al lavoro di attrice, dal 1990 è formatrice e conduttrice di Corsi di Teatro anche nelle scuole superiori e di diversi laboratori di Dizione e Recitazione.

Anche il nostro liceo ha ospitato un corso di dizione, della durata di sette lezioni, che aveva lo scopo di trasmettere agli studenti il modo più efficiente ed efficace per esprimersi ed essere capiti. A seguito delle lezioni, affascinate dall’entusiasmo di Antonietta, le abbiamo proposto un’intervista volta ad esaminare il ruolo che la dizione ha avuto nella sua vita e il ruolo che potrebbe avere nelle vite degli altri.

Perché è importante studiare dizione e a cosa serve?

La dizione è importante per imparare la lingua italiana pulita, perfetta. Io ritengo che nella vita, nella comunicazione in generale, sia importante parlare bene. A seconda dell’interlocutore a cui ci rivolgiamo, abbiamo un tipo diverso di comunicazione. In teatro, noi attori, utilizziamo la dizione per poter perdere qualsiasi accento. È ovvio che, se siamo dei comunicatori, degli insegnanti, persone che comunque parlano con il pubblico, più il nostro modo di parlare è efficace, e più siamo interessanti. La dizione è una lingua artificiale, non è una lingua straniera, ma è semplicemente un modo di parlare pulitissimo, per togliere qualsiasi accento. 

Quando ha iniziato a studiare dizione e come è cambiata la sua voce?

Ho cominciato a studiare dizione parallelamente allo studio del teatro, infatti, secondo me, è necessario associare le due cose.  È vero che la mia voce è cambiata, perché con lo studio della dizione impari anche l’impostazione vocale. La dizione è molto difficile, ci vuole tempo e pazienza, poi viene naturale, diventa il tuo modo di parlare, non ci pensi più, per te è giusto così.

Ha un consiglio da dare a chi vorrebbe iniziare a fare dizione?

Per prima cosa tutti possono farlo. Bisogna avere molta pazienza. È un po’ come iniziare a studiare uno strumento musicale, bisogna avere orecchio, ma l’orecchio va allenato, tutti ce l’hanno. Se uno si scoraggia subito, perché non sa dire l’accento giusto, è sbagliato. Inoltre serve tantissimo, soprattutto per sé stessi, diventi più sicuro di te, perché impari a comunicare in modo più efficace.

Cosa direbbe a chi pensa che sia inutile?

A chi pensa che sia inutile, lasciamoglielo pensare, non ci importa. Io so quanti frutti posso raccogliere in ambito comunicativo tramite la dizione. Se sei un bravo comunicatore, sicuramente sarai molto più efficace nella vita.

Chi sa usare bene la voce è più interessante, chi sa usare bene la dizione è più interessante. Prendiamola come una sorta di interesse profondo, qualcosa in più che noi possiamo utilizzare nella nostra vita e nel nostro lavoro.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.